Reteaffitto, servizi professionali per la locazione.

Piazza A. Dante 23/B - 18100 Imperia

Reset Avvia ricerca

News Reteaffitto

03/01/2015

ATTESTATO ENERGETICO, OBBLIGHI (E SANZIONI) IN CASO DI COMPRAVENDITA E LOCAZIONE

 Durante le trattative (di compravendita o di locazione) venditori e locatori devono
«rendere disponibile» al potenziale acquirente o al nuovo conduttore l’«attestato di prestazione
energetica» (che ha validità temporale massima di 10 anni, a partire dal suo rilascio)
 
 In caso di compravendita, l’attestato deve essere consegnato all’acquirente
 In caso di locazione, l’attestato deve essere consegnato al conduttore
 In caso di compravendita o locazione di un edificio prima della sua costruzione, il
venditore o «locatario» (recte: locatore) deve fornire «evidenza» della futura prestazione
energetica dell’edificio e produrre l’«attestato di prestazione energetica» entro quindici
giorni dalla richiesta di rilascio del certificato di agibilità
 Nei contratti di compravendita o nei nuovi contratti di locazione soggetti a registrazione
(ma solo in quelli, appunto, soggetti a registrazione) deve essere inserita
«apposita clausola» con la quale l'acquirente o il conduttore dichiara di aver ricevuto le
informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, in ordine alla attestazione
della prestazione energetica degli edifici
 In caso di compravendita o di nuova locazione, salvo che nei casi di locazione di
singole unità immobiliari, deve essere allegata al contratto copia dell’attestato di prestazione
energetica
 Nel caso di offerta di vendita o di locazione, i relativi annunci tramite tutti i mezzi di
comunicazione commerciali devono riportare gli indici di prestazione energetica
dell’involucro edilizio e globale dell’edificio o dell’unità immobiliare e la classe energetica
corrispondente
 In caso di compravendita, il proprietario che viola l’obbligo di dotazione dell’attestato di
prestazione energetica è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 3.000
euro e non superiore a 18.000 euro
 In caso di nuovo contratto di locazione, il proprietario che viola l’obbligo di dotazione
dell’attestato di prestazione energetica è punito con una sanzione amministrativa non
inferiore a 300 euro e non superiore a 1.800 euro
 Nei contratti di compravendita o nei nuovi contratti di locazione soggetti a registrazione
l’omessa dichiarazione (da raccogliere in «apposita clausola») o allegazione,
se dovuta, comporta a carico delle parti il pagamento, in solido e in quote uguali, di una
sanzione amministrativa compresa tra un minimo di 3.000 euro ed un massimo di
18.000 euro
 In caso di contratto di locazione di singola unità immobiliare (soggetto a registrazione)
l’omessa dichiarazione (da raccogliere in «apposita clausola») comporta a carico
delle parti il pagamento, in solido e in quote uguali, di una sanzione amministrativa
compresa tra un minimo di 1.000 euro ed un massimo di 4.000 euro; sanzione che si
riduce alla metà (min. 500 euro – max. 2.000 euro) se la durata della locazione non
eccede i tre anni
 In caso di violazione dell’obbligo di riportare i parametri energetici nell’annuncio di offerta
di vendita o locazione, «il responsabile dell’annuncio» è punito con una sanzione
amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro
Fonte: Confedilizia-Ufficio Studi
 
lucchettoarea riservata