Adempimento: 
Termine ultimo per il versamento, con maggiorazione dello 0,4%, del saldo e della prima rata nella misura del 40% dell'acconto dovuto. Il versamento della prima rata di acconto è dovuto solo se l'importo della cedolare è superiore a euro 257,52. L'acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell'IRPEF

Soggetti: 
Sono tenuti all'adempimento i titolari di contratti di locazione per i quali si è optato per la tassazione sostitutiva

Modalità: 
Versamento mediante modello F24, esclusivamente per via telematica da parte dei titolari di partita IVA

Normativa di riferimento: 
D.Lgs. 14/03/2011, n. 23, art. 3;
Provv. Agenzia entrate 7/04/2011;
Risoluzione 25/05/2011, n. 59/E;
Circolare 07/06/2011, n. 26/E;
Circolare 04/06/2012, n. 20/E

Codice tributo: 
1840 - Imposta sostitutiva dell'Irpef e delle relative addizionali, nonché delle imposte di registro e di bollo, sul canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all'abitazione - Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 - ACCONTO PRIMA RATA


Decreto legislativo 14/03/2011, n. 23
Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. 
Articolo 3 - Cedolare secca sugli affitti 
Agenzia delle Entrate: Provvedimento 07/04/2011 
Modalità di esercizio dell'opzione per l'applicazione del regime della cedolare secca, modalità di versamento dell'imposta e altre disposizioni di attuazione dell'articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23. Approvazione dei modelli per la registrazione dei contratti di locazione e per l'esercizio dell'opzione - (Pubblicato il 07/04/2011 ai sensi dell'articolo 1, comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n° 244). 
                                                                                         

                                                       Fonte: IlSole24ore